Abiti da sposa e invitati curvy: come scegliere l’abito?

,
In Blog
,

Tutte noi, almeno una volta nella vita, ci siamo innamorate di un abito sbagliato. Proprio quell’abito bellissimo sulla modella o sul manichino di quel negozio elegante e costosissimo ma che poi una volta provato, su di noi, non dava per niente lo stesso risultato. Dopo un momento di cocente delusione abbiamo tacitamente deciso che quell’abito non faceva decisamente per noi.Purtroppo o per fortuna ognuno di noi ha un proprio corpo, con determinate forme, movenze e misure. Oltre che con il buon gusto bisogna sempre fare i conti con ciò che ci sta bene e ci piace e ciò che invece non ci valorizza totalmente. Spesso però non basta che qualcosa ci piace ma dobbiamo sentirci anche a proprio agio, deve essere l’abito perfetto fra desiderio, piacere e comfort.

Se per un abito qualsiasi un acquisto sbagliato non è di certo un dramma, per l’abito del proprio matrimonio potrebbe essere un errore assai più grave. Ecco quindi che in questo articolo vogliamo tirare le somme di come aiutarvi a scegliere un abito che valorizzi le curve, soprattutto per tutte quelle donne cosiddette “curvy”. Vediamo quindi alcuni utili consigli per slanciare la figura evitando quindi di mettere ancor più in evidenza le forme che certamente non vanno nascoste ma messe in luce nel modo più corretto possibile. Da escludere totalmente gli abiti da sposa a sirena e tutti quelli vaporosi e a strati. Le spose curvy devono prediligere la semplicità, sposando un abito dalle linee morbide, come gli abiti da sposa stile impero, dove l’ampia scollatura potrebbe essere ancor più messa in mostra proprio per donare quel tono sexy e aggressivo che spesso un modello stile impero non ha. Evitare pizzi, balze, merletti e tutti quegli accessori che non fanno altro di “riempire”. Una modella curvy non ha bisogno di appariscenza ma ha bisogno di trovare una propria dimensione, con accessori  e un vestito in grado di far esclamare “Wow, questa sì che è classe!”.

Se siete degli amanti del corpetto, le spose curvy potrebbero trovare un giusto approccio osando ma non troppo. Attenzione anche alle nuance dell’abito in quanto un color crema, beige oppure avorio potrebbero aiutare a slanciare la figura, evitando scivoloni poco piacevoli con inserti lucidi o troppo luminosi. Anche la scarpa necessita di un’ulteriore analisi in quanto per le spose curvy sarebbe meglio evitare un tacco eccessivo ma optare per una calzatura elegante e sexy ma anche comoda, considerando tutte le ore che dovrete stare in piedi quel giorno.

Se vi piace il genere potreste trarre grandi soddisfazioni dallo stile vintage. Vi ricordiamo infatti gli negli anni ‘60 una donna formosa era considerata la donna perfetta. Per questo abiti che ripercorrono quell’epoca potrebbero darvi quell’area di ricercatezza che stavate cercando. Gli abiti in stile vintage solitamente si contraddistinguono per mettere in evidenza il seno e i fianchi, in maniera provocatoria ma mai eccessiva. Per abiti di questo tipo si consiglia l’utilizzo di un intimo contenitivo, in grado di slanciare maggiormente la forma del corpo, cercando però di tenere sotto controllo i punti critici. Le mutande a vita alta e i corpetti sono infatti diventati di moda negli ultimi anni, utilizzati pressoché da tutti e non solo dalle persone più curvy. Un intimo contenitivo può essere ugualmente sexy e provocatorio tanto quanto un qualsiasi completo intimo.

Una menzione va fatta anche per il velo… meglio scegliere un velo che arriva fin sopra al fondoschiena, non di più. Questo perché il velo è un accessorio vistoso che arricchisce ancor di più una forma e figura. Perfetto per chi ha bisogno di riempire, potrebbe essere stucchevole e considerato di cattivo gusto per una sposa curvy che deve invece alleggerire la propria figura puntando su elementi che arricchiscono e valorizzano la sua scelta. Proprio collegandoci a questo punto viene spontaneo concludere con un riferimento all’acconciatura e al trucco. Per il trucco l’ideale sarebbe ricollegare le nuance di colore di accessori e vestiti proprio al trucco, senza mai esagerare ma rimanendo sempre semplici. L’acconciatura va sicuramente a gusto personale ma si consiglia di evitare acconciature troppo ricche e vistose.

Per quanto concerne gli invitati e soprattutto le invitate, il cuore del discorso non cambia. Optate per uno spezzato quindi un tailleur di vario genere e modelli oppure per un abito non troppo fasciante, preferibilmente lungo ma che sappia accompagnare le forme senza essere eccessivamente aderente. Con i colori è permesso osare nel limite consentito dal termine: se il matrimonio è molto elegante e rigoroso, di certo un abito interamente fucsia o di qualsiasi altro colore acceso potrebbe non essere la scelta migliore. Altro piccolo consiglio… Coordinatevi con la sposa. Se avete la possibilità di saperne qualcosa in più sullo stile del matrimonio, prima vi muovete più tempo avrete per cercare l’abito perfetto, da usare ad un matrimoni ma anche da riutilizzare.