Abito da sposo: come sceglierlo?

,
In Blog
,

Seppur si pensi che la scelta dell’abito da sposo sia più facile rispetto al tanto sospirato abito da sposa, non sempre è così. Anche il futuro marito desidera essere perfetto per il giorno del matrimonio e alcuni utili consigli sono sempre graditi! Su cosa puntare?

Stile e classe, per il giorno del matrimonio è importante scegliere un abito da cerimonia che rispecchi la vostra personalità… con il consiglio di non esagerare però troppo! E’ pur sempre un matrimonio! Di solito i futuri sposi puntano su un connubio perfetto di eleganza e classe. Inoltre lo sposo (e anche la sposa) devono essere in linea con lo stile del matrimonio… Se tutto è stato fatto in stile minimal, non sono permessi pizzi e merletti; se lo stile del matrimonio è pensato strizzando l’occhio al country… frange e inserti da cowboy a go go!

In base alla personalità dello sposo, non è così scontato scegliere l’abito giusto in quanto è fondamentale sentirsi a proprio agio con l’abito. Ricordatevi inoltre che durante il fatidico giorno sarete emozionati, impegnati e… si spera comodi! Scegliete quindi un buon compromesso fra eleganza e comodità. Cosa scegliere quindi? Le possibilità, anche se non sembra, sono molteplici. Vediamone alcune…

TIGHT: è l’abito da sposo classico. Composto da giacca di color scuro con la particolarità delle due code larghe a forma di rondine, lunghe fino al polpaccio. I pantaloni mantengono invece uno stile più classico così come la camicia, rigorosamente bianca (o dai colori molto chiari). Il Tight permette inoltre l’utilizzo di alcuni accessori come cilindro e guanti. Buona norma vuole che il tight non è permesso se la sposa ha un abito corto. Se il tight vi sembra davvero una scelta troppo scontata, si può valutare il mezzo tight, meno formale del primo ma comunque dall’eleganza invariata. Importantissimo il tessuto che deve essere di fresco lana e la giacca va sempre allacciata, mai lasciata aperta quando si tratta di Tight. Il galateo identifica anche un colore per la cravatta: argento.

FRAC: abito da sposo ideale per le cerimonie serali o che si svolgono nel corso del tardo pomeriggio, il frac va portato con la giacca rigorosamente aperta. Consigliati i gemelli e il papillon, per dare quel tocco originale ma sempre d’impatto. E’ una scelta coraggiosa in quanto il Frac è un abito importante e prestigioso. Non è consigliabile assolutamente utilizzare il Frac prima delle 18.00. Esiste un altro colore oltre al nero? Assolutamente no. Il Frac è pensato in nero con risolti di seta e camicia rigorosamente bianca. Si può scegliere fra cravatta oppure papillon.

3 PEZZI: classico vestito composto da giacca, pantalone e gilet. Giacca a monopetto due bottoni e camicia bianca con il gilet… accessorio indispensabile in questa occasione. Sarebbe consigliato abbinare il “fiore all’occhiello” con accessori/bouquet della sposa come da tradizione. In questo caso è permesso anche l’abito da sposo spezzato ossia un tre pezzi dove giacca e pantalone non sono dello stesso colore… una scelta sicuramente audace lo spezzato! Ritornando invece ai 3 pezzi… è l’abito ideale per tutti i tipi di situazione, sia per una cerimonia celebrata al mattino sia per una serale. Rispetto al papillon, in questo caso è consigliata la cravatta che deve essere classica e di ottima qualità. Per nozze mattutine vanno bene tonalità chiare mentre verso il pomeriggio e sera sarebbero consigliate tonalità più scure. Come sempre, per tutti gli abiti, le calze dovranno essere rigorosamente di color scuro, in cotone o al massimo in seta. 

E lo SMOKING? Tradizione vuole che lo smoking non sia considerato un abito da matrimonio ma negli ultimi anni questa tendenza si è un po’ rivalutata. Lo smoking è permesso come abito da sposo solo durante gli eventi serali.

Indipendentemente dalla tipologia dell’abito però, quello che è fondamentale è il rispetto della propria personalità e dello stile del matrimonio. Tuttavia sarebbe importante considerare anche i gusti della sposa in modo tale da avvicinarsi al vestito da sposa, super misterioso fino all’ultimo secondo.

E in base al fisico? 

Bisogna naturalmente tenere conto, nella scelta di un abito di questo tipo e soprattutto per un giorno così importante, anche del fisico. Se l’uomo è di alta statura è consigliabile puntare su abiti da sposo attillati, in grado di enfatizzare la corporatura. Per ottenere questo effetto si possono utilizzare anche colori più chiari oppure fantasie maggiormente d’impatto. Puntare quindi sul fisico slanciato mettendo in evidenza il proprio fisico.

Se invece l’uomo in questione ha una statura più limitata bisogna puntare sullo slancio della figura, così da dargli maggiormente impatto, provocando un allungamento della figura. Sconsigliato il soprabito oppure un abito dal taglio allungato, mai superare la linea del sedere.

Ultimo consiglio finale… Distinguetevi dagli invitati. E’ importante, a colpo d’occhio, riconoscere immediatamente lo sposo dagli altri invitati anche se, diversamente dall’abito di sposa, per lo sposo la situazione è sicuramente più complessa. Come fare, quindi? Puntare su un accessorio, su qualcosa che possa distinguere lo sposo dal resto delle persone presenti. Sarà un successo assicurato!

X